Cattedrale di Sarzana
Cattedrale | S. Andrea | S. Girolamo | S. Croce | Museo diocesano | Casa natale di Papa Niccolò V
Palazzo vescovile | Parrocchie
oratorio - volontariato Vincenziano - asilo Maria Luisa - organismi parrocchiali - congregazione del Preziosissimo Sangue
biblioteca seminario e archivio capitolare - centro "Niccolò V" - cinema parrocchiale ITALIA - cappella musicale e Pueri Cantores
La Basilica

Nota storica
La pianta

LA SECONDA CAPPELLA DELLA NAVATA DI SINISTRA

Questa cappella, dal secolo XVIII è la cappella dei Fabbri e degli Orafi, come indica la scritta sul medaglione al centro dell'ancona: devotio societatis fabrorum divis, Eligio et Ampelio hanc aram construxit MDCCXXXIX, la devozione della Compagnia dei Fabbri edificò questo altare ai Santi Eligio ed Ampelio 1739.
La pala d'altare rappresenta i Santi protettori della Compagnia: a sinistra, Sant'Eligio nell'atto di mettere in fuga il diavolo con l'incudine; inserito sull'alto della pala, all'interno di una cornice dorata, un piccolo olio su tela raffigurante la Madonna del Rosario con San Domenico e Santa Caterina da Siena.
Sul basamento della colonna di destra dell'altare, al centro di uno stemma marmoreo, una tarsia in marmi policromi raffigurante un'incudine, indica lo juspatronato dei Fabbri. Al centro del paliotto, la mitra vescovile, in riferimento al Santo vescovo Eligio.
Sulle pareti laterali della cappella, medaglioni in stucco raffiguranti: a sinistra, i Santi Giacomo Maggiore e Minore, a destra Sant'Omobono, patrono dei sarti.

Valid HTML 4.01 Transitional Valid HTML 4.01 Transitional © 2007-2016