Cattedrale di Sarzana
Cattedrale | S. Andrea | S. Girolamo | S. Croce | Museo diocesano | Casa natale di Papa Niccolò V
Palazzo vescovile | Parrocchie
oratorio - volontariato Vincenziano - asilo Maria Luisa - organismi parrocchiali - congregazione del Preziosissimo Sangue
biblioteca seminario e archivio capitolare - centro "Niccolò V" - cinema parrocchiale ITALIA - cappella musicale e Pueri Cantores
La Basilica

Nota storica
La pianta

L'INTERNO

All'interno l'edificio presenta una struttura a croce latina, con tre navate separate da slanciate colonne marmoree poligonali che sostengono tre ampie arcate a tutto sesto. Le colonne di destra sono ornate da capitelli scolpiti con semplici motivi vegetali, mentre quelle di sinistra presentano eleganti capitelli finemente scolpiti a motivi vegetali e con protomi animali e umane.
Sul primo, si tratta di leoni e arieti, sul secondo della coppia uomo-donna. La copertura della navata centrale e delle navate minori è costituita da un soffitto a cassettoni mistilinei intagliati con decorazioni di angeli e di motivi floreali, realizzato dall'artista pisano Pietro Giambelli nel 1670.
Il soffitto ricopre le originarie capriate lignee a vista della costruzione medievale. In fondo alla navata centrale si apre il presbiterio, rimaneggiato in forme barocche nel secolo XVII; lo affiancano due cappelle, anch'esse seicentesche, con copertura a cupola. Attigui alle due cappelle minori, ricavati nello spazio dell'antico transetto, si trovano due profondi ambienti con volte a crociera costolonate, databili alla fine del Trecento. Le pareti delle navate minori sono scandite da lesene ribattute che sorreggono una trabeazione continua.
Al di sopra, l'attico è aperto da luminose finestre e ornato da statue marmoree di Santi collocate su piedistalli in corrispondenza delle lesene. Nella navata sinistra, procedendo verso il presbiterio: San Francesco da Paola, San Bernardo abate, San Francesco d'Assisi, San Biagio e Sant'Andrea. Nella navata destra, procedendo dal presbiterio verso l'uscita: San Lazzaro, San Giorgio, San Domenico, San Rocco, Sant'Ignazio di Loyola. Lungo le pareti, per tutta la lunghezza delle navate, si aprono cappelle con volta a vela e finestre semicircolari sulla parete di fondo. Le cappelle, edificate sul finire del secolo XVII, contribuiscono a dilatare maggiormente in orizzontale lo spazio interno dell'edificio. Presentano tutte altari in marmi policromi con ancone decorate da colonne corinzie che sorreggono timpani curvilinei spezzati sui cui estradossi stanno figure di angeli. Tutte le cappelle sono chiuse da eleganti balaustre marmoree.

Valid HTML 4.01 Transitional Valid HTML 4.01 Transitional © 2007-2016