Cattedrale di Sarzana
Cattedrale | S. Andrea | S. Girolamo | S. Croce | Museo diocesano | Casa natale di Papa Niccolò V
Palazzo vescovile | Parrocchie
oratorio - volontariato Vincenziano - asilo Maria Luisa - organismi parrocchiali - congregazione del Preziosissimo Sangue
biblioteca seminario e archivio capitolare - centro "Niccolò V" - cinema parrocchiale ITALIA - cappella musicale e Pueri Cantores
Notizie utili

Informazioni utili

Società S. Vincenzo de' Paoli

Più uniti
per
aiutare
meglio!

Chi siamo

In risposta ad un rimprovero che veniva comunemente mosso ai cristiani:
"Mettete in pratica ciò che predicate!"
Federico Ozanam (studente ventenne della Sorbona di Parigi) e un gruppo di suoi compagni, andarono a visitare i poveri nelle loro soffitte, portarono pane, abiti, amicizia e interessamento.
Questo coraggioso gruppetto volle come patrono il santo francese che aveva sensibilizzato il mondo ai problemi sociali: Vincenzo de' Paoli.
Nacque così nel 1833 la Società di San Vincenzo de' Paoli.
La carità è contagiosa: la rapidità con cui questa iniziativa si diffuse, prima in Francia e poi nel mondo, ne è la prova più bella.
Oggi la Società di San Vincenzo de' Paoli è un'organizzazione mondiale che conta oltre 700.000 aderenti in 108 Nazioni.

Cosa facciamo

Facciamo tutto quello che uomini, donne, giovani, vecchi, di ogni razza e condizione sono capaci di fare per aiutare altri uomini che soffrono, soprattutto attraverso un dialogo personale, senza paternalismo e con piena liberà di iniziativa.
Talvolta organizziamo anche opere varie di assistenza sociale.
Ma non c'è necessità che a noi sia estranea: tu puoi portare alla San Vincenzo un contributo di idee e di fantasia che a volte ci manca.

Cosa potremmo fare più uniti

Innanzitutto, essendo più uniti, potremmo non solo supplire alle carenze dei servizi assistenziali ma collaborare perché queste carenze scompaiano.
Il nostro obietivo è di portare l'amore, l'aiuto concreto e la giustizia sociale a chi soffre:
"ero affamato
ero assetato
ero straniero
ero nudo
ero amalato
ero in prigione
e vi siete preoccupati di me
".

La presenza del gruppo vincenziano a Sarzana

Nell'anno 1894 fu fondata in Sarzana sotto il nome di "Dame di carità" una associazione di beneficenza allo scopo di soccorrere, secondo la Legge di Gesù Cristo, i poveri della città con particolare riguardo a vecchi, orfani, infermi.
Tale associazione, composta da signore agiate di religione cristiana cattolica, dal 1894 ad ora ha esercitato senza interruzione la sua missione, sovvenendo con buoni di sussidio i poveri, visitandoi gli infermi, ricoverando a proprie spese orfani ed orfane nei pii istituti della città e di fuori, compiendo altre opere di soccorso a seconda delle necessità contingenti.
L'associazione nel corso degli anni si è trasformata in gruppo di volontariato vincenziano, denominazione che tuttora mantiene.
In tempi più recenti, le Figlie della Carità (l'Ordine che gestisce la scuola materna S. Luisa) misero a disposizione dell'associazione dei locali attigui all'asilo e si avviò, tra molte difficoltà, il progetto di organizzare una piccola mensa per i bisognosi della città e per quelli in transito. Avvalendosi della collaborazione volontaria delle socie e di altre persone generose la mensa cominciò a funzionare e si arrivò in quella fase a distribuire circa cinquanta pasti al giorno, tra mattina e sera.
Nell'estate del 2003, poiché era necessario adeguare il servizio a norme di legge, la Curia mise a disposizione alcuni locali in via dei Giardini, facenti parte del palazzo vescovile e nel dicembre dello stesso anno il servizio della mensa venne riattivato con la collaborazione dei volontari del Centro di ascolto Caritas di Sarzana.
Contando sulla generosità di molti e sulla fondamentale partecipazione di volontari il servizio mensa ha raggiunto dimensioni ragguardevoli e vengono distribuiti oltre cento pasti al giorno.
Il metodo Vincenziano della gratuità del bene che va fatto bene, nel rispetto della persona alla quale si vuole riconoscere e restituire dignità è il punto di partenza del nostro agire.

Il gruppo di volontariato vincenziano

I gruppi di volontariato vincenziano sono un'associazione di laici cattolici volontari. Essa riunisce persone che intendono vivere la solidarietà e la carità cristiana secondo il Vangelo. È apartitica, ha struttura democratica, non persegue fini di lucro ed è membro dell' Association International des Chartés (A.I.C.).
L'associazione ha i seguenti obiettivi:

Il metodo adottato per ragiungere i propri obiettivi è quello di operare in gruppo, incontrare i poveri nel loro ambiente di vita e collaborare con le struture pubbliche e private.
L'associazione è presente a Sarzana da oltre cento anni ed attualmente ha sede in via dei Giardini 35.
I servizi offerti:
Valid HTML 4.01 Transitional Valid HTML 4.01 Transitional © 2007-2016