Cattedrale di Sarzana
Cattedrale | S. Andrea | S. Girolamo | S. Croce | Museo diocesano | Casa natale di Papa Niccolò V
Palazzo vescovile | Parrocchie
oratorio - volontariato Vincenziano - asilo Maria Luisa - organismi parrocchiali - congregazione del Preziosissimo Sangue
biblioteca seminario e archivio capitolare - centro "Niccolò V" - cinema parrocchiale ITALIA - cappella musicale e Pueri Cantores

Curriculum

I Pueri et Juvenes Cantores della Cattedrale di S. Maria Assunta in Sarzana sono una formazione corale di voci bianche e di voci giovanili diretta da Alessandra Montali. Il gruppo si dedica allo studio del canto sacro e profano antico e moderno collaborando anche con varie formazioni strumentali.
Il repertorio del gruppo spazia dal canto gregoriano, alla musica rinascimentale e barocca, fino a comprendere brani di musica moderna e contemporanea. Con il programma di musiche medioevali "Stella Splendens" i Pueri et Juvenes Cantores hanno realizzato una serie di concerti, ripresi da RAI TRE, in collaborazione con vari musei diocesani toscani. Nel 2010, con la drammaturgia per voci, coro e strumenti "Diario del Santo Viaggio. Donne, penitenti, mistiche, sante e beate, pellegrine medievali in faticoso e periglioso cammino verso Gerusalemme", hanno concluso, nell'antica Basilica di Santo Stefano a Bologna, la "VII edizione della Festa Internazionale della Storia" organizzata dall'Università degli Studi di Bologna. Con il programma di musiche rinascimentali accompagnate da strumenti antichi "I bei legami", hanno partecipato insieme al Baschenis Ensemble alla "Rassegna Musica Antica in Val di Vara" e lo stesso repertorio è stato affiancato ad una rivisitazione di brani rock con strumenti antichi nel programma "BaRock Music: filologia e contaminazioni" realizzato per il festival "A.R.S.A, la città di tutti i sensi" nel 2012. A Torre del Lago Puccini sono stati ospiti della "Fondazione Festival Pucciniano" con un concerto basato sulle musiche di B. Coulais per il film "Les Choristes" (di C. Barratier). Diverse le esperienze in ambito teatrale. Tra gli allestimenti ricordiamo l'opera "L'Arca di Noè" di B. Britten realizzata in collaborazione con l'orchestra del Conservatorio "G. Puccini" di La Spezia nel 2011, la cantata "Il Maestro di scuola" di G. Telemann in collaborazione con l'orchestra A. Mussinelli di La Spezia nel 2012 e infine la fiaba "Giricoccola" (I. Calvino) con musiche di A. Galliano eseguita per il Festival "Musica e fiaba" nel 2014.

Nel 2014 il coro è stato selezionato tra i migliori gruppi giovanili di musica corale italiani per la realizzazione di un CD realizzato dal Rotary Club di Genova a scopo benefico. Nello stesso anno i Pueri et Juvenes Cantores hanno proposto insieme all'Ensemble San Felice il programma "In Nativitate Domini", una ricostruzione della prassi musicale liturgica luterana per il Natale. Sempre in collaborazione con l'Ensemble San Felice, hanno partecipato al "Ravenna Festival" nel giugno 2015, con il concerto "La musica della Commedia", progetto che raccoglie le musiche a cui Dante fa diretto o indiretto riferimento nella sua opera. Lo stesso spettacolo è stato riproposto l'8 settembre 2015 nella Cattedrale di Santa Maria del Fiore a Firenze, nell'ambito della manifestazione "O Flos Colende" ed è stato inciso su doppio cd pubblicato da "Classic Voice, Antiqua" nel mese di Novembre 2015. Nel 2016 i Pueri et Juvenes Cantores hanno organizzato, in collaborazione con l'associazione Opera Network di Firenze, il festival "IncantoArmonico", ed hanno aperto il festival con il programma El cant de la Sibilla, una sacra rappresentazione medievale che comprende l'esecuzione integrale del Llivre Vermell di Montserrat. Da questa esecuzione è scaturita la registrazione di un cd uscito nel mese di marzo 2017 per la casa discografica Brilliant Classics. Nell'aprile del 2016 i Pueri et Juvenes Cantores hanno effettuato una tournée di concerti in Inghilterra presso le cattedrali di Southwell, di Newark e nella residenza di Lord Byron nella Newstead Abbey.
Nel gennaio 2017, in collaborazione con il Conservatorio di Musica "G. Puccini" di La Spezia, hanno partecipato alla realizzazione del programma "Vocalità e percussioni" interamente dedicato alla musica dell'avanguardia del secondo Novecento. Nel contempo si sono dedicati allo studio di tre importanti oratori di G. Carissimi, tra i quali il famoso "Jephte", che hanno eseguito e registrato in due concerti nel mese di Marzo. A giugno hanno aperto il Festival "Musica sulle Apuane" con il programma "I pellegrini della montagna: viaggio nel misterioso regno del Prete Gianni". Nei prossimi progetti per il 2018, l'invito ad aprire il Byron Festival in Inghilterra.

 

Montali Alessandra, diplomata brillantemente in pianoforte, ha proseguito gli studi musicologici presso l'Università di Bologna dove ha conseguito con lode la Laurea in Discipline delle Arti, Musica e Spettacolo e successivamente il Dottorato di Ricerca in Musicologia e Beni Musicali. Ha vinto borse di studio che le hanno permesso di approfondire la propria formazione musicologica sia in Italia che all'estero (Università di Parigi X- Nanterre). Ha partecipato in veste di relatore a conferenze e convegni nazionali ed internazionali (Roma, Milano, Bologna, Parigi, Cracovia). Ha pubblicato articoli per importanti riviste (Rivista Italiana di Musicologia, Rivista di Analisi e Teoria Musicale) che sono stati anche tradotti all'estero (Università di Pittsburgh/ Scarecow Press). Il suo libro più rilevante, Ascoltare il Tempo. Le relazioni temporali nella musica: dalla linearità alla stasi (Aracne, 2008), esamina i processi cognitivi, emozionali e culturali implicati nell'ascolto musicale. Ha insegnato Storia della Musica nei Conservatori di Pesaro, Bari, Bergamo, Potenza e attualmente Vibo Valentia.
Ha affiancato all'attività musicologica quella della direzione di coro, approfondendo lo studio della vocalità infantile e della pedagogia della voce con esperti italiani e stranieri. Svolge laboratori di vocalità, canto corale e corsi di formazione per insegnanti. Dirige la «Cappella Musicale F. Maberini» della Cattedrale-Basilica di Sarzana e i «Pueri Cantores della Cattedrale di S. Maria Assunta in Sarzana», formazioni con le quali svolge attività di animazione liturgica e concertistica.

Valid HTML 4.01 Transitional Valid HTML 4.01 Transitional © 2007-2016